I sassi di Matera –

Capitale della cultura 2019.

Matera e i suoi sassi: una delle città più antiche del mondo, nel 2019 capitale della cultura.

Visitata agli inizi di aprile 2019 in occasione di un viaggio di lavoro.

Un borgo che è diventato spettacolo.

I famosi “Sassi di Matera” sono più che caverne, più che abitazioni rurali (vissute fino agli anni ’50).

Un esempio di vita rionale dove il vicinato rappresentava una grande risorsa.

I sassi: un palcoscenico a cielo aperto

Oggi i Sassi di Matera sono un palcoscenico a cielo aperto che mi ha emozionato e inorgoglito.

Matera capitale della culura

Una storia unica con un finale a sorpresa: Matera capitale europea della cultura 2019.

Assolutamente da visitare anche solo per qualche giorno.

La calorosa accoglienza degli abitanti e i prezzi modici per vitto e alloggio saranno un incentivo a visitare la capitale europea della cultura 2019.

Come raggiungere Matera

L’aeroporto di Bari  dista solo 60 Km da Matera.

Potete anche alloggiare nei Sassi, ora B&B o bellissime suite d’albergo.

Specialità Culinarie

Degusterete calde focacce, cicoriette con crema di fave, il famoso peperone crusco, la Crapiata (misto di legumi e cereali – si racconta che questo pasto fosse preparato dagli abitanti del rione condividendo ciascuno quello che aveva, insomma un bel misto di verdure, legumi e cereali)  e molto altro.

Molti i ristoranti ricavati nei Sassi di Matera.

Mi raccomando non chiedete il pane di Altamura (città vicina e grande rivale di Matera), ma assolutamente il pane di Matera con la sua forma alta e stretta (per occupare meno spazio possibile all’interno dei vecchi forni a legna) fatto con grani antichi.

Ottimi tutti i formaggi e salumi locali.

Una menzione speciale al dolce tipico: le tette delle monache (morbido “pan di spagna” farcito con abbondante  crema o cioccolato – una esplosione di dolcezza e sapore).

 

E allora visitiamo i Sassi di Matera e sprofondiamo nella storia italiana, che arricchisce l’umanità.

La nostra bella Italia con vista sulla vallata degli antichi abitanti di Matera.

 

Mazara del Vallo una perla siciliana inesplorata

titti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *